torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

La nostra verità sul Petruzzelli dalla A alla Z

DECALOGO SUL PETRUZZELLI di Guy La Sgrosce
A Custica e Avvocati. Sono tutti in disaccordo sulle loro qualità… da sempre: “Aveva la migliore acustica… non è possibile riottenerla!” Parlano principi del Foro, ingegneri... ma c`è anche chi è contento che l`Ente lirico da lavoro a 100 persone! Per me rubano lo stipendio...e non sono i soli!! Ora capisco!

B ari e i baresi. Poca indignazione, forse nessuna, abituati come sono ai ruderi. Il lungomare inizia con il Margherita, rudere galleggiante (si è proposto di farne un casino, senza accento), e finisce implacabilmente con Punta Perotti. Il Conservatorio non conserva nemmeno l`audirorium.

C ostantino. Avvocato di lungo corso, professore universitario, difende una delle eredi con uno stile “Costantiniano”. Senza la sua schietta e simpatica parlantina, i fatti rimarrebbero carte, le poesie quelle scritte sui libri, la verità nascosta. Dopo 40 anni di fitto pagato alla famiglia, ricorda agli enti che il bene “Teatro Petruzzelli” se totalmente ricostruito dalle istituzioni, diventa pubblico morto l’Ente gestore. “Che fate lo restituite ai legittimi proprietari?” i Posteri (o posters…) “Petruzzellis” lo ringrazieranno? Non penso proprio…

D i Cagno Abbrescia. (ci si domanda ancora perché a Bari..) Lui voleva l`esproprio e parlava di politica dei piccoli passi. Ci ha girato attorno…ma che è uno squalo? No una iena. Poi ci si accorge che al malcapitato Sindaco di Bari per oltre 10 anni (quelli che oggi rimpiangiamo) manca un teatro tra le 1.000 proprietà. Il Teatro Oriente lo rivende… ne aveva fatto un Bingo. Forse sbaglio?

E sproprio agli Eredi. Come se i proprietari di un teatro (non un immobile qualunque come le case delle prostitute storiche di Bari sul lungomare… solo in questo mese requisite perché..non condonate!!) fossero un ostacolo alla ricostruzione.

F ilipponio e Fondazione. La Sovrintendente della Fondazione ex Assessore alla Cultura e moglie del defunto Pinuccio Tatarella. Professoressa universitaria, dispone e nomina il direttore d`orchestra… che muore dopo un paio di anni. Ma non dite che la cultura a Bari l`ha fatta morire lei. Di quella siamo da sempre orfani. Lo diceva anche il marito. Cultura? Un`altra cosa! Si vabbè ma cosa?

G iornali e giornalini e tanti libri. Il falò delle falsità, il rogo incrociato, “il fantasma dell`Opera”. Nessuno che dice la semplice verità. Mafia, Malpolitica, incompetenza “scaricabarilismo”e nessuna voglia di ricostruirlo.

H arakiri Incendio, gestione, politici in azione, famiglia slegata, ente lirico..bla bla

I stituzioni. Il governo fonda dopo più di trent`anni il 14° Ente Lirico. Finanzia la ricostruzione con fondi straOrdinari che permetterebbero addirittura alla famiglia di tenersi il Teatro di proprietà. Questo è forse, uno degli errori (eppure l`interesse c`era tutto) perché una parte della famiglia si aspetta che ne arrivino anche altri per chiudere a totale favore la partita e le istituzioni locali pensano all`esproprio, pur di avere tra le mani qualcosa...

J acobitti. Il sovrintendente che fa della ricostruzione uno spezzatino utile forse per mangiarci più soldi ma non proprio per avere un progetto esecutivo e farlo finanziare integralmente ed eseguirlo nel migliore dei modi. Gestisce per sua scelta contributi straordinari, fa scelte “esatte, felici, lungimiranti, e fruttuose di ottenere la ricostruzione del Petruzzelli a totale carico della Stato, senza oneri per la proprietà”. Un “regalo” per la proprietà, per avere un locale da affittare, il foyer!

L Irico. L`ente fondato sul lavoro di qualche barese raccomandato e di un direttore d`orchestra sud-africano Arnold Bosman che Bari si ritrova sulla coscienza. Per spettacoli che non si potevano fare... lui ha lavorato per la gloria e ci ha rimesso le cuoia. Morto a 48 anni a Bari. Amen

M artiradonna. “Vitino l`Enel” Secondo quanto affiorato dalle indagini e da registrazioni telefoniche, l`uomo che trovò i ragazzini che incendiarono il Petruzzelli. Lavoro “cassiere contabile di clan mafiosi” Doveva entrare nel consiglio d`amministrazione. Perché? Le registrazioni sono state rubate... Anzi siccome nessuno è colpevole hanno preso il volo!

N emagna. Messeni. L’erede giovane aspetta in cappottino rosa Sgarbi mentre la madre si lascia chiamare principessa. Una delle eredi più riottose ad una conclusione concordata. Può capitare quando a pochi giorni dall`incendio i “potenti” baresi si incontrano per decidere il da farsi e loro, i proprietari, non sono nemmeno invitati. Spartire la torta, prima ancora di averla. Ingordi tutti!

O rchestra suona o non suona? Una delle tante baresi ha suonato anche nel Petruzzelli vuoto, per sensibilizzare...Il Direttore poteva essere pescato dal Conservatorio nominato al mitico Nino Rota!

P etruzzelli. I mitici commercianti baresi che nel 1903 vollero costruirsi un teatro. Il fondo era del comune. Ma 30 milioni di lire di allora e il “manufatto” valgono quanto quel pezzo di terra comunale? Ce ne fossero oggi di commercianti come i Petruzzelli… non sarebbe Bari!

Q uando e quanto. Questioni irrisolte. A 14 anni si parla di 50 come di 140 miliardi. Nel 2002 si parlava di 30 miliardi utili. Poi alcuni si lamentano dell`inflazione, nell`edilizia “artistica”non galoppa quintuplica.

R icostruzione. Come, quando e perché? Un affare per molti. Per tanti. Perché avere un potere significa poter decidere anche su un qualcosa che tuo non è. Illusione!

S garbi Super, arriva fa un paio di chiacchiere e mette d`accordo famiglia e istituzioni locali ai ferri corti. Non può che essere con la famiglia e quindi per la proprietà privata, lui che ha combattuto un Ministero di cui era sottosegretario, che si voleva vendere i beni artistici nazionali. Contro gli Sgarbi alla famiglia!!

T eatro team… gestito da Bartolomeo Pinto ha realmente ereditato l`attività artistica, del valido fratello Ferdinando, costretto a riparare in altre città ove continua nelle sue produzioni e anche brillantemente...

U Stionati. Così si sentono i baresi che un po’ ragionano. Ancora il bruciore addosso, che puzza, come un pelo umano che brucia.

V ola qua e là, da un palco all`altro e caga addosso a quella dozzina di orchestrali che nel rudere hanno suonato. Figuriamoci a coloro che l`hanno iniziato a restaurare quanta merda gli è piovuta? Piccioni al posto dei leoni tra le facce antropomorfe?

Z ZZZ... Silenzio un minuto di vergogna..
E poi fate tutti qualcosa di buono per ricostruirlo.
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it