torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Recensioni

IL MOORE DI PUGLIA - Lino de Matteis e la storia di R

In vista delle elezioni un giornalista leccese, Lino De Matteis, ha il coraggio (cosa che nessun editore gli dimostra) di prodursi un libro sull`epopea personale e familiare di Raffaele Fitto "Il Governatore"

Pensate a un giornalista barese che fa un libro sui Matarrese raccontando peste e corna degli appalti dello stadio o di Punta Perotti. O un caporedattore di un giornale barese che scrive la verità e i brogli colossali del Teatro Petruzzelli. Impossibile!!
Da Lecce, invece, sotto un baffo arguto e presente, Lino De Matteis caposervizio del Quotidiano di Lecce, racconta la vita, la famiglia, la forza Pugliese del Giovane Reuccio salentino, schiettamente in trecento pagine divise in 22 capitoli.
Il racconto dettagliato ed esaustivo è indispensabile per chi ha passione politica e vuole comprendere come Raffaele Fitto ha ricevuto, militarizzato e capitalizzato la forza di un partito come la Dc che aveva visto il padre Salvatore, Presidente della Regione Puglia. Lino De Matteis presentando il libro si sofferma sul pugno duro dimostrato da Fitto con tutti. Dai media come la Rai (costringe i suoi assessori a non rilasciare interviste) e la Repubblica, tacciati di servilismo verso la sinistra quanto Dario Fo e Mirabella con i quali dà vita a una sequenza di insulti e battibecchi, fino ai suoi stessi partiti di maggioranza (vedi Mantovano - An) ai quali fa vedere il suo piglio accordandosi con la sinistra per la legge elettorale abortita sul nodo sbarramento.
Potente e autoritario, pragmatico e opportunista, con alle spalle un bottino elettorale costruito anche da due zii (tra i quali l`ex sindaco dc di Maglie condannato per tangenti e lo zio omonimo rapinato dall`anonima sequestri nel `81), è riuscito a dominare la Regione Puglia con suoi uomini nelle Agenzie Regionali create per controllare ogni settore: dalla Seap, all`Acquedotto Pugliese, da Sviluppo Italia alle Ausl. La carriera l` ha visto enfant prodige sempre: dalla corrente di sinistra dei Popolari, all`arrivo al Cdu di Buttiglione fino al transito nel Ccd di Casini. Il suo Cdl diventa per forza di cose la scelta obbligata per far capire a Forza Italia la sua autonoma forza.
Alla madre - lo scrittore - riconosce la capacità di gestione del giovane figlio che poco ha vissuto la sua giovinezza, avendo promesso sulla tomba del padre di proseguire la carriera politica familiare. Da giovane gestiva il potere nella città che fu del grande statista democristiano Aldo Moro, da vero uappo di paese. Strappò di mano uno striscione ad un contestatore di sinistra (democrazia proletaria) ad una manifestazione democristiana. Accertato dai carabinieri l`accaduto, il fatto e la nomea dell`aggressivo figlio del Presidente della Regione Puglia arrivò fino in Parlamento con un`interrogazione di due deputati di Dp, confermata dall`allora Ministro degli Interni Scalfaro. Da giovane aggressore al più giovane Presidente Regionale… aggredito.
Infatti si ricordano nel libro le aggressioni subite dagli Lsu (all`aggressione rispose rispendendo al Governo i soldi messi a disposizione per i lavoratori socialmente utili..) e in vari paesi di Puglia (il primo nel paese del suo concorrente Vendola, Terlizzi) per le proteste verso il suo riordino ospedaliero che coincise con il suo tour d`agosto negli ospedali, anche qui non lascia correre, sette i rinvii a giudizio per l`aggressione a Terlizzi (processo in corso).
La ripicca più comica la subisce a Bisceglie dove gli idranti gli regalano invece che un bagno di folla per inaugurare il porto, una doccia fredda. Voleva anticipare l`inaugurazione del porto nei confronti della data decisa dal Comune che aveva programmato… la pulizia dell`area. L`emergenza rifiuti la considera conclusa con gli appalti ma il governo gli ordina di rimanere il commissario…ora, anzi da mesi è iniziata la campagna elettorale del Governatore che si scontra quindi con un racconto serrato e dettagliato del suo cammino (alla Fahrenheit 9/11 di Moore), comprendendo i 4 assessori inquisiti per reati che vanno dalle tangenti al voto di scambio, dalla violenza sessuale alla pedofilia, all`associazione mafiosa. Speriamo che l`efficacia di questo coraggioso racconto diventi argomento utile per tutti coloro che non vogliono più il giovane rampollo leccese a Super Capo della Regione Puglia.
Vendola partecipa alla presentazione ma con argomenti suoi, e questo gli da merito. Meglio buone idee di buona politica che denigrare l`avversario... a questo ci pensa la storia ben raccontata da Lino De Matteis. Buona lettura.
Raimondo Cucciolla
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it