torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

SALVINI, L’ERBA è SEMPRE VERDE!

La marijuana light, quella medica è un business verde che fa bene a tanti, si aprono attività a base di cannabis ma la “faccenda” fa male agli interessi della mafia. Ma Salvini parla a sproposito, vediamo i tanti perchè!

Salvini nel pieno della “perenne” campagna elettorale, per sviare dal caso Siri e dall’apologia del Fascismo che finalmente colpisce editori (il suo) e appartenenti a Casa Pound, ha una infelice uscita sulla Cannabis.
Promette la chiusura (ma poi non avviene niente) degli oltre 1000 negozi aperti nell’ultimo anno che commercializzano la Cannabis con basso tasso di THC (il cui effetto psicoattivo è nullo poichè depotenziato tra lo 0,2 e lo 0,6) mentre il CBD il cannabidiolo ha effetto rilassante (si studiano gli effetti sedativi) ha effetti positivi sulle contrazioni muscolari involontarie utilizzato per scopi officinali come la riduzione delle infiammazioni, del diabete, può aiutare a curare l’alcolismo, la schizofrenia ma anche l’artrite reumatoide e patologie cardiovascolari ed è un ottimo antipsicotico e antidolorifico. La critica non può che essere nel merito.
1) L’apertura di oltre 1000 negozi in questa “era” in Italia è un miracolo economico e commerciale che se fermato è da “crimine” politico. La Cannabis è infatti pianta dai molteplici utilizzi oltre a quello psicoattivo comunque presente solo su alcune varietà.
2) Per questa commercializzazione si sono organizzati tanti altri giovani che hanno iniziato a piantare la Cannabis light certificata pertanto altrettanti posti di lavoro per un settore che può svilupparsi tantissimo grazie all’utilizzo totale della pianta, da sempre “osteggiata” come droga, mentre ogni parte della stessa può essere utilizzata a fini edili, cosmetici, abbigliamento e tanto altro.
3) La Cannabis venduta in queste attività e puramente ludica quindi senza gli effetti da “Thc alto”, insomma profuma si ma non “sballa” lo spinello fatto con questa Cannabis light
4) Come tutte le droghe, in questo caso la più diffusa, è da sempre in mano alla malavita che gonfia così i suoi affari, tra le altre, il più delle volte come da certificazioni dei Nas e di altri laboratori certificati, si vendono “sostanze” con poca droga e tanti prodotti da taglio di sicuro più dannosi.
5) Il vero problema in Italia è la produzione e commercializzazione per i malati di malattie neurodegenerative come il caso che brevemente in questo articolo vi proponiamo.
La Cannabis con Thc adatto ai malati (che a volte non deve essere basso) e con appropriato CBD viene prodotta solo a Firenze in piantagioni gestite per legge dall’Esercito e il quantitativo è minimo da non permettere alle Farmacie di fornire i malati che ne hanno bisogno. Tanto per capirci l’assunzione di Cannabis può avvenire attraverso tisane olio e tanti altri utilizzi clinicamente testati per una vita decorosa senza le tante privazioni fisiche e psichiche provocate da malattie come la purtroppo diffusa Sclerosi Multipla.
Pochi mesi fa a Bari per l’ultima udienza, presso il Tribunale, per un caso di un sequestro di Cannabis medica con l’imputato, di sicuro ben assistito da avvocati Antonio Matarrese del Foro di Bari e Donatello Prete del Foro di Macerata che sono stati capaci in poche udienze di affermare la sua totale innocenza comprovata dalle analisi effettuate sulle piante. In attesa delle motivazioni il caso può essere comunque raccontato.
La lotta contro la sclerosi multipla che aveva colpito anni fa sua moglie, ha fatto scattare in questo cittadino di Polignano la voglia di informarsi sulle cure a base di cannabis visto il pessimo inizio della terapia “tradizionale” a base di iniezioni di Interferone i cui effetti collaterali furono disastrosi: spasmi muscolari, vertigini, freddo, mancanza di appetito. Proposta la terapia, già avviata in Puglia, circa la Cannabis per uso terapeutico al medico curante, il cittadino in questione ebbe una risposta raggelante. Può essere somministrata “solo se non deambula … e non è detto che la potrai ricevere tutti i mesi”.
Inorridito dalla chiara negazione del diritto alla salute ancor di più nella “previsione” di arrivare al peggiore “stadio della malattia” per iniziare la cura a base di marijuana medica, cominciò uno studio approfondito fino ad arrivare a somministrare alla moglie tisane ed olio a base di marijuana con ottimi risultati. Dopo aver acquistato marijuana al mercato nero, ha iniziato uno studio per trovare la pianta di Cannabis con i migliori valori per la malattia della moglie. Di qui la piantagione, il tutto pensato per un raccolto utile per ottenere l`olio e le tisane per la cura della moglie.
Il tema “Cannabis uso farmaceutico per i malati di Sclerosi multipla ed altre malattie degenerative” è scientificamente importante e con tante certificazioni e anche video disponibili on line dove malati anche gravi grazie alla Cannabis si sentono “rinati”, anche semplicemente mettendo le foglie sotto la lingua o usando le foglie come insalata.
Qualcuno ricorderà un servizio tv di un gruppo di malati in Calabria che per mancanza di “prodotto” in Farmacia ha costituito un`Associazione Culturale per autoprodurre i quantitativi necessari per i malati iscritti. Quindi chi fa da se, insomma risparmia e si assicura.. la cura ma di certo corre rischi con la legge!
Si possono così risolvere problemi quotidiani come l`appetito mancante, gli spasmi muscolari, le vertigini, il mal di testa, l`umore depresso per avere una vita dignitosa, anche per malati di artrite reumatoide permette di avere muscoli più rilassati, dolore cronico diminuito del 70%, infiammazioni muscolari ridotte quasi a zero, senza fare più iniezioni di antidolorifici con effetti collaterali sul fegato, reni, stomaco ecc.
Tutti dati importanti e scientificamente comprovati da ricordare a Salvini e quanti, nei ruoli di responsabilità sono allo scuro di tutto questo e vedono la Cannabis solo come lo spinello da sballo.
Quanti malati potrebbero essere così curati per una vita più dignitosa? Pensate che solo la sclerosi multipla vede il dato impressionante di un nuovo malato ogni 3 ore!

Raimondo Cucciolla

Cliccando qui troverete articolo dell’Unione Sarda sulla possiiblità di creare 10mila posti di lavoro, studio della Coldiretti, con la Cannabis “medica”

La battaglia di Giuseppe, un ingegnere catanese, che cura l`anziana madre malata di alzheimer con l`olio di cannabis, sperando che diventi una pratica legale – SERVIZIO IENE NOV. 2017

CURE CON CANNABIS - Convegno sui ritardi ed ostacoli – Agrigento 20 Apr. 2018

Malati curati zona Parma – Articolo su Parma Quotidiano - Giugno 2018

Articolo datato AGOSTO 2015 circa un App che mette in contatto medici e malati – DE IL FATTO QUOTIDIANO

Cannabis terapeutica. Camera approva la legge per facilitare accesso ai farmaci. La posizione AISM con un commento molto completo sul testo unico approvato NOV. 2017-

Convegno REGISTRATO DA RADIO RADICALE Cannabis terapeutica e ricerca su sostanze psicotrope – Ass. Luca Coscioni

Cannabis introvabile. La rivolta dei malati – Articolo Repubblica Bari gen. 2018

Cliccando qui un gruppo appena creato su Facebook, per unire studiosi, malati, giornalisti e quanti altri hanno a cure la sensibilizzazione de “Medical Cannabis – curarsi in Italia

 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it