torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Recensioni

La Biografia di Alfonso Signorini....

"`ALTRA PARTE DI ME" DI ALFONSO SIGNORINI: DOPO UNA STORIA DI SESSO CON VALERIA MARINI, HA PREFERITO DIVENTARE GAY!
di ROMOLO RICAPITO

Sincero sino all`autolesionismo, graffiante, simpatico, antipatico, irriverente, tracimante: è ALFONSO SIGNORINI con la sua autobiografia pubblicata in occasione dei suoi 50 anni da Mondadori, L`Altra Parte di Me, 228 pagine, 18 euro.
Signorini si definisce come un seguace di Giuseppe Verdi, musicista legato al mondo di provincia.
Nel suo caso , l`hinterland milanese di Cormano è il punto di partenza e riferimento.
Figlio di un impiegato di quarta categoria ( poi diventato di terza, dopo decenni di lavoro) e di una casalinga, subisce un`educazione rigida e oscurantista riguardo il sesso, impartitagli dalla madre, ma anche dall`onnipresente zia Esther, vedova dopo un solo anno di matrimonio e abitante in un appartamento due piani più su del suo.
"Le donne lombarde, tutte frigide", la definizione tranchant della zietta , mentre il padre di Alfonso è ancora più tetro: "due trombate, due figli": Maria Daniela, più grande di Alfonso di sette anni e poi il nostro Signorini.
Vittima del bullismo a scuola, a causa del suo carattere timido, Alfonsino diventa un secchione al pari di Giacomo Leopardi: studio matto e disperatissimo dalle elementari sino all`Università, la Cattolica di Milano, dove si laurea in Lettere.
Lo studio è la sua isola beata, il rifugio dalle brutture della vita; la sua Graziella rossa la bicicletta che lo trasporta in un mondo parallelo.
Prima l`iscrizione al ginnasio (il Liceo Classico è definito dal padre di Signorini "scuola per ricchi": voleva iscriverlo a ragioneria) poi il Liceo Omero e la professoressa Cerruti, che lo inizia allo studio dei classici.
"Ti Amo" di Umberto Tozzi è la colonna sonora delle sue "pippe" (masturbazioni).
Tali forme onanistiche continuano nella prima adolescenza con la visione dei film porno all`una di notte, trasmessi da TeleCapodistria.
Il memoriale di Signorini è dunque romanzo di formazione ma anche di attualità e soprattutto di costume, perché esplora le mode, i riti, i miti e i fallimenti degli anni Ottanta, i vip degli anni Novanta, le frustrazioni e i successi di un giornalista alle prese con l`editoria di alto livello e la televisione generalista.
Amante dell`opera e della musica più in generale, Alfonso si diploma al pianoforte al Conservatorio, dopo essersi esercitato da giovane con l`organo Bontempi: i suoi genitori non potevano permettersi di regalargli un pianoforte.
Diventato insegnante di italiano, latino e greco , Alfonso Signorini assegna ai suoi alunni il tema: "La mia Famiglia" per scoprire tutti i fatti loro.
Viene a conoscenza che un suo allievo è figlio di Pierluigi Rocchetti, vicedirettore di Tv Sorrisi e Canzoni. Signorini coltiva segretamente il sogno di diventare giornalista, da sempre. E` fatta: dopo una collaborazione con la Provincia di Como come esperto musicale, ottiene da Rocchetti una rubrica sulla musica classica sul settimanale più venduto in Italia.
Da allora la sua escalation: un`intervista esclusiva al Maestro Luciano Pavarotti dopo interminabili sere di appostamenti fuori dal teatro, al gelo dell`inverno milanese , che lo lancia da semi sconosciuto free lance a cronista affermato. Parallelamente, o quasi, la sua vita sessuale "ritardataria", vissuta inizialmente con una prostituta, poi la storia con la zia di una allievo. Ancora, Sonia, ragazza madre e agente immobiliare con la quale sta per sposarsi, ma la donna è una truffatrice: non ha ma rotto veramente con il padre di suo figlio e usa i soldi dei genitori di Signorini per ristrutturarsi casa.
Cornuto prima di sposarsi, Alfonso si fidanza per cinque anni con Laura.
Poi una storia di sei-sette mesi con Valeria Marini, conosciuta per motivi professionali: la Valeriona nazionale lo seduce in albergo e sono notti di passione. Ma Alfonso avverte altre pulsioni, quelle omosessuali: tenta di viverle prima contattando un muscoloso escort su Secondamano (giornale di annunci) , ma un viaggio a Parigi con costui si rivelerà fallimentare.
Quindi Ulisse,conosciuto a Cuba e infine l`amore stabile con Paolo, attualmente Senatore della Repubblica, conosciuto in una chat.
In mezzo, tante altre storie di sesso con uomini "eterosessuali" che Alfonsina la Pazza (com`è stato soprannominato dal suo amico Roberto D`Agostino) attua seducendo finanche machi attualmente accasati con note showgirl. La parte più bella è però quella "spettacolare": l`incontro con Francesca Dellera, negli anni Ottanta e Novanta la donna più potente dello spettacolo, perché legata a Silvio Berlusconi. Il rapporto col Cavaliere, che lo assume come agente di Publitalia, incarico al quale Signorini rinuncia scrivendo a "re Silvio" una accorata lettera perché contemporaneamente trova lavoro in un liceo privato. Il Berlusca conserva la missiva, facendogliela rivedere 18 anni dopo.
E ancora : l`amicizia con Giulietta Masina, incontrata per caso in una chiesa della Capitale , l`incontro con Mastroianni: sia Giulietta che Marcello sono a fine vita, perché malati di cancro.
Lo scoop giornalistico che rivela come Nicoletta Mantovani sia l`amante segreta di Pavarotti; le cene da Daniela Santanchè; l`amicizia con Mara Venier, la lite con Silvana Giacobini, sua direttrice, che gli dice: "se esci dalla redazione di Chi per lavorare in tv, qui non entrerai mai più ".
Tanto altro ancora, in questa biografia controcorrente, ma anche una serietà di fondo: l`addio alla madre gravemente malata, poi la conseguente leucemia che Alfonso Signorini ha vinto da poco. Perciò dice: sono un uomo fortunato, adesso valuto solo l`essenziale.
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it