torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

Quattro personaggi in cerca di elettori

OSCENA POLITICA.


di Raimondo Cucciolla

RENZI
Il CANNIBALE è LUI. Il Mr. Bean della Politica Italiana è arrivato dalla pancia del Partito Democratico. Il Rottamatore per il Pubblico Elettore è stato capace di giocare di sponda anche con Berlusconi mossa più riuscita degli 80 € in termini di voti rubati all’agonizzante Centro Destra ancora attaccato al Nano De Oro.

Grillo deve ormai controllare le Frange interne di un movimento ... In movimento costante mentre l’Estrema Guardia della Sinistra Pura e Dura Italiana perde con Vendola l’ultima speranza di un Partito che mai è voluto essere unitario.


SuperRenzi dopo la vittoria elettorale nelle elezioni al Parlamento Europeo ci arriva da Personaggio illustre durante il semestre Europeo che porta la Sua Firma. Entrato nella visione internazionale rimane pur sempre il Rappresentante di un Paese Italia capace di scivolare su di un Inglese maccheronico che rende il Personaggio veramente non lontano da Mr. Bean il cui volto sul web è spesso paragonato per somiglianza e smorfie all`Ex Sindaco fiorentino.
La stima internazionale è in discesa dopo i sorrisi di circostanza per il Nuovo Italiano, quando insiste sul “giovane donna in Politica è bello”, ed anche qui mi ricorda sempre qualcuno, con la Mogherini malvista in Europa per il Prestigioso posto da Alto Commissario per gli Affari Esteri. Unica nostra proposta, affermano i suoi ma il peggio arriva quando bombardato dai No che arrivano da ogni dove, rilancia con una minaccia. Se non volete la Mogherini mi gioco la carta D`Alema. E con questa Offerta “da saldi di fine stagione” il soprannome “rottamatore” può essere definitivamente archiviato.
Facile pensare per il comune cittadino, viste le sue gite istituzionali nei paesi africani, che i nostri livelli reali per tante problematiche sono da terzo mondo e così il nostro Premier è andato ad informarsi di come vivono in Congo o Mozambico dove la vita per milioni di cittadini “Morti di Fame” (da inferno dantesco) trova un parallelo “allucinante” solo a sentirlo dicasi crescita per la Banca Mondiale del 4%.
Un Renzi che parla dell`Italia in termini di Pil, di percentuali in aumento, una positività che ricorda ancora una volta l`infelice predecessore quindi vuole studiare i perché anche in Africa si cresce (dalla miseria a sempre tanta miseria) mentre i nostri dati reali parlano di solo 0,2%.
Dati a cui il popolo non sa dare alcun significato concreto ne da Noi ne in Africa. Per ora le riforme sono quelle di una macchina dello Stato lontana dai cittadini, in termini di spesa Pubblica che non viene drasticamente tagliata, dal buon padre di Famiglia, il rilancio di occupazione ed aziende che deve andare a braccetto, si materializza per ora solo nel braccio di ferro, l`ennesimo della nostra Repubblica che a 68 anni dalla nascita mostra tutte le Sue rughe o se preferite vere Crepe, tra sindacati ed Emiri pronti a comprarsi una delle tante fallimentari aziende di Stato, l`Alitalia. Una Nazione di fallimenti istituzionali e politici ha bisogno di cose veramente nuove e reali.
Restiamo in attesa nella convinzione che tra poco Renzi avrà ben poco da ridere o da essere “positivo”.

GRILLO
Grillo perde quei voti dei delusi che alle politiche avevano creduto nel Salvatore Rivoluzionario poggiando la matita elettorale, attenzione solo per ora, su RENZI come una fiducia ad orologeria.
La differenza di un Movimento come il “5stelle”dal Partito di Governo di Renzi sta nei fatti che si possono firmare solo stando al Potere. Ed ora i cittadini Italiani preferiscono 80€ sicure alla RIVOLUZIONE per mandare i cittadini a governare solo con una MAGGIORANZA ASSOLUTA.
Ci vuole tempo, forse troppo, e manca quella pragmaticità che il Movimento di Grillo, nel peso specifico della sua base, deve iniziare ad avere entrando in governi cittadini e/o regionali per poter dimostrare il proprio valore politico oltre il raccogliere consensi per le legittime invettive di un popolo.
Di lotta e di Governo insomma si deve diventare per non galleggiare nella protesta tout court.
E questo sembra che molti anche tra gli Onorevoli e Senatori l`hanno capito anche perché da sempre il Movimento parla di poter votare singoli provvedimenti di un Governo altrui se questi fanno parte del programma a 5stelle. Ma come non essere semplici portatori di voti e diventare protagonisti nelle decisioni di un Governo sta negli accordi da sottoscrivere con un Renzi che sembra aver aperto le porte ad incontri tanto chiacchierati con portavoci del Movimento, ma che è capace di sbattere la porta con l`aria del “Decidotuttoio”. Della serie l`interlocutore non è tra i più affidabili visto che tra le altre continua a parlare del Patto del Nazareno con il Berlusca.
I siluri di Grillo hanno reso cenere la partitocrazia italiana incapace di cambiare nomi e volti, tolta l`invenzione Renzi, di studiare metodi di partecipazione reale (tranne le Primarie spesso comunque pilotate degli Oligarchi di partito) per bloccare l`avanzata dei “cinque-stellati”, più giovani, più incazzati che tra riunioni e azioni prima o poi possono raggiungere la vetta della Maggioranza.
Correggendo in corso errori ed organizzazioni interne e visioni degli altri. Perché anche qui vige il Noi siamo il Meglio e Voialtri….

VENDOLA
Nichi Vendola è crollato assieme ai suoi Sinistrati Sel per colpa del suo entourage” risultati dicono chiaramente questo.
Il 4 %, soglia di sbarramento appena superata a livello Nazionale per la Lista Tsipras, di cui Sel era il partito più accreditato nella frammentazione comunista riunita per l’occasione grazie ad un candidato “straniero”, vede la sconfitta firmata nella Sua Puglia dove quasi un decennio da Presidente di Regione vale solo il 4%.

I suoi uomini più vicini, spesso senza consenso elettorale ma nominati, non solo non hanno nemmeno preso un solo seggio a Bruxelles (sui totali 3), ma hanno dilapidato un patrimonio di voti e di credibilità: il Sinistrato tecnico al potere stile Radical Chic non è mai piaciuto alla base comunista.
La richiesta di dimissioni di Vendola e della direzione nazionale è arrivata da quel Claudio Fava sempre troppo relegato che proprio a livello Europeo invece era stato pochi anni fa premiato con un simbolico ma significativo “miglior Parlamentare Europeo”.
Nel frattempo tra i 10 tra onorevoli e senatori che hanno lasciato Sel in Parlamento c`è anche l`onnipresente Migliore portavoce in prima, seconda serata ed ogni occasione televisiva. A Bruxelles non arriva nessun uomo Sel dato che la Lista Tsipras ha visto Moni Ovadia primo suffragato al Nord rinunciare al seggio come annunciato, per Curzio Maltese (noto giornalista di “Repubblica”). Al centro ed al sud gli altri 2 eletti non sono Sel. Altra che doveva rinunciare al seggio era la figlia di Altiero Spinelli, colui che scrisse a Ventotene la Carta Europea, che avrebbe permesso l`elezione dell`unica candidata Sel. La sconfitta ha provocato così la totale rottura all`interno di Sel dove anche a Bari, capoluogo dove il partito ha raccolto solo il 3% alle comunali, la base spingeva per l`assessorato al maggior suffragato Introna (che da solo aveva preso l`1%) a cui invece si è preferito, per l`importante assessorato alla Cultura del capoluogo, Silvio Maselli tecnico non iscritto al Partito, direttore dell`Apulia film Commission.
Il Partito creato da Vendola che in Italia era stato capace di vincere importanti primarie e ottenere 3 sindaci in città come Milano, Genova e Cagliari ora è da ripensare.
Così si torna indietro di un decennio quando Vendola creò Sel dopo la scissione in Rifondazione Comunista appena dopo la vittoria alle Regionali pugliesi scelta che non ha pagato mentre si continua a ricordare a 30 anni dalla scomparsa, Berlinguer ultimo leader di un partito Comunista vero dove la base contava, dove chi “meritava” ed aveva consensi andava avanti. Sinistrati al bivio dopo l’ennesima sconfitta.

BERLUSCONI
L`Ospizio magari in versione Night in uno dei suoi Palazzi, era il miglior posto dove relegare il Leader dei centrodestronzi italiani ben prima delle sentenze giudiziarie e politiche. In ogni settore lavorativo esiste il pensionamento ed essendo la politica il “lavoro meglio pagato in Italia” dovrebbe valere il limite dei 68 anni. Ma la politica italiana è la culla del Non Merito del “se non vali vai avanti” del potere fatto di “pacchetti elettorali” composti da faccendieri e persone che giocano di sponda con la politica per interessi personali e particolari ben lontani dal Bene Pubblico.
Cosa ha fatto Berlusconi? Non ricevo da anni una risposta alla domanda che faccio a tifosi ed elettori di Silvio Berlusconi: “mi dice una sola Legge che ha fatto uno dei Governi Berlusconi che ritiene utile per l`Italia?”.
La risposta devo dire più comune è “perché la Sinistra cosa ha fatto?”. Vale in pratica la regola dell`essere sceso in campo “contro i comunisti”, la legge dell`essere contro qualcosa, critico nel confronto di altri, perché NOI siamo MEGLIO semplicemente perché altri NON SONO BRAVI. In Italia è lo sport preferito parlar male degli altri. E quindi attaccati oltre modo e senso alla Gallina le cui uova d`oro hanno fatto “mangiare” per decenni personaggini che mai avrebbero soggiornato in Parlamento, i Destronzi si sono scavati la fossa elettorale. Cosa faranno ora Iva Zanicchi e gli altri trombati?
Berlusconi è ancora vivo, festeggia l`assoluzione in secondo grado del Caso Ruby+Olgettine, grazie al reato di Concussione modificato in Parlamento come altre volte per “graziarlo” ed è stato anche legittimato nel suo ruolo di Padre Padrone del centrodestra italiano dal Premier Renzi (ma non era il Rottamatore?) con quel patto del Nazareno per il Porcellum 2, chiamato Italicum, anticostituzionale riforma elettorale che continua a volere nominati in liste precompilate dagli Oligarchi di Partito.
Il quadro del Centrodestra sembra perdere solo la Lega Nord il cui Salvini veleggia verso la sua deriva Indipendentista, mentre Alfano e quelli di Ncd navigano nel Governo meticcio di Renzi per i sempre graditi Posti di Potere, ma sempre sono pronti a dichiarare Berlusconi Padre del Centrodestra pronti così ad una coalizione con Forza Italia. Qui la figura di Fitto, agitatore interno tornato a prendere una barca di voti, sembra orientato alle Primarie per organizzare al suo interno un Partito al minimo storico. Poi ci sono i “Fratellini d`Italia” pronti ad unirsi con magari qualche altro partitino (vedi Passera o l`onnivago Casini), che fanno finti distingui ma con i risultati minimi raccolti non posso far altro che tornare all`Ovile della Gallina dalle Uova D`Oro.

 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it