torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

MA CHI TE LO DA …IL LAVORO ?

Monti scivola sulla Monotonia e su un argomento “intrattabile” per i più ma...dice sacrosante verità!
Monti riprende il discorso sul Posto fisso “sparito”… e si torna a discutere. Per fortuna!


Veggenti sono stati quelli del “Male”. In copertina sul penultimo numero c’era Monti fumatissimo (in foto per la grande Penna di Vauro)!
Perché molti dopo averlo sentito al Tg5 si saranno chiesti.. ma questo cosa si è fumato?

Il Presidente tecnico, parla bene della fine del “Posto fisso”, sotto gli occhi di tutti - anche se più di una generazione continua ad inseguirlo - cadendo, in maniera inaspettata, vista la sua capacità oratoria e nel dosare le parole, sulla “Monotonia” del posto fisso.
Va bene, era un esortazione ai giovani, ma non sapere che gli italiani degli ultimi 30 anni (se non oltre) hanno visto proprio nel posto fisso il modo per “Non far niente” è un errore (e verità) storico, oltre che un insulto a chi, troppi, cercano pace e una minima stabilità lavorativa.
Miraggio di questa generazione è stato facile, invece, la collocazione lavorativa per troppe generazioni di italiani; ed ora i padri ed i nonni che trovarono per concorso, raccomandazione o manna dal cielo il posto fisso come gli statali, restano gli unici “fortunati e privilegiati”!
Lo Stato Italiano arriverà mai come la Grecia a tagliare 30mila statali, in quei tanti uffici ed Enti INUTILI?
Perché dovrebbe ancora essere FISSO il lavoro di enti INUTILI, improduttivi ed anzi solo un peso per la società?
Ma se uno Stato, o meglio un Governo, pur tecnico, non riesce nemmeno a tagliare iperstipendi e benefici ai parlamentari, a tutti quei dirigenti con mega stipendi, tagliare i costi dello Stato, che discorsi sono questi?
Se l`Italia, fondata sul lavoro iniziasse a pensarlo come un DOVERE e non più come DIRITTO forse le cose cambierebbero!

Pensarlo senza la mano dello Stato, senza la raccomandazione, ma unendo gli intenti, oltre la concorrenza per gli imprenditori facendo rete, oltre la “sfiducia nel prossimo” tra cittadini intenti più a distruggere l`altro … in un grande gioco al massacro.
Chi e perché TE LO DEVE DARE? Bisogna rimboccarsi le maniche, creare lavoro! Anche perché i numeri dicono tutto. Possono gli imprenditori e le aziende di oggi (come da decenni) dare posti di lavoro a tutti coloro che sono disoccupati in cerca di lavoro ? Fisso o fesso che sia?
No, per quanto i dati sono sbagliati, perché il lavoro nero non è contemplato e quindi i reali disoccupati sono molti meno, come le entrate dello Stato e dell`Inps. Quindi?


Le aziende, sull`orlo di un precipizio fatto di tasse e con un mercato dove è meglio tagliare i costi che investire, come possono dare posti di lavoro, fissi poi? Potrebbero, forse, dare occasioni di lavoro per chi vuole mettersi in gioco, lavorare per capire se piace e si può condividere un lavoro, farlo proprio ed essere utili a chi ti propone qualcosa.
Il diritto di recesso deve essere consensuale, “ti licenzio” quanto un “me ne vado”. Perché una persona capace e utile, oggi sfido qualunque azienda a licenziarla!
Serve produttività, perché la legge del “do ut des” prevede un pari dare e avere.
Magari con metodi simili a quelli (almeno per i contratti nuovi e per non perderne di vecchi) come quelli utilizzati dalla Fiat in Usa: dare azioni (premi produttività) ai dipendenti per renderli partecipi e attenti alla crescita dell`azienda.

Certo che i salari in Italia sono tra i più miseri in Europa e non sono stati livellati all`inflazione degli ultimi decenni. E principalmente se anche chi è LAUREATO - e dovrebbe essere preparato, purtroppo a volte male, dalle Università italiane non trova lavoro FISSO cosa aspettiamo? Ancora la manna dal cielo?
Purtroppo Dr. Monti ha dimostrato anche Lei di non essere il Salvatore, un Dio in terra (e nemmeno un Profeta) ma l`ennesima dimostrazione che chi ha una posizione acquisita (si, anche 2 pensioni) non capisce la situazione degli altri (quelli che “non possono ridersela” tanto hanno soldi e posizioni garantite si da POSTO FISSO!) tanto da dire una simile sciocchezza, pur volendo dire qualcosa di esatto.
Il posto fisso è un MIRAGGIO.
Bisogna darsi da fare!

Prima di tutto, VOI, che ne avete di soldi e posizioni, iniziate ad abbassare la cresta (perché ne avete fatta “anche” troppa alle spalle del popolo).
Siete Voi, i primi che dovete rinunciare a migliaia e migliaia di € al mese. Per il bene di tutti… gli altri!

Raimondo Cucciolla


I PRECEDENTI:
TREMONTI parla di posto fisso… mentre VENDOLA da soldi ai giovani pugliesi per aprire le aziende. I liberali vogliono il posto fisso ed un Comunista da soldi per aprire aziende.. il mOndo cambia!!!
BAMBOCCIONI dell’ex (e defunto) Ministro Padoa Schioppa.. ai giovani italiani che rimangono a casa (mantenuti).
Il vice MINISTRO Michel Martone, 40enne “di famiglia” nota (dicasi non raccomandato ma “avvantaggiato” … critica chi si laurea oltre i 28 anni è SFIGATO”
Oggi 5 Febbraio
La Cancellieri ministro dell`Interno:
«Italiani fermi al posto fisso vicino a mamma e papà…Il mondo sta cambiando, Monti voleva sdrammatizzare» - ed ancora - Il mondo moderno ha grandi esperienze di mobilità, noi viviamo nella cultura del posto fisso»
FORNERO ministro del Lavoro:
«BISOGNA SPALMARE LE TUTELE SU TUTTI, NON PROMETTERE IL POSTO FISSO che non si può dare… Non vogliamo che non esista la possibilità di licenziare, ma che chi è stato licenziato sia aiutato dalle istituzioni e dall`azienda di trovare in tempi ragionevoli una nuova occupazione»

E voi niente da dichiarare?
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it