torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

La Bari bene… quella di Tarantini?!

FOLLIE DEI MEDIA…

Per far parte della Bari Bene bisogna essere ricchi, facoltosi, faccendieri, agganciati alla politica e al potere, cocainomani, puttanieri, tangentisti?

Scusate ma BENE che significa?
Nell`etica, il bene è ciò che la coscienza impone come un qualcosa che va fatto.
Qualcosa che faccia bene, il bene pubblico è un principio consumato e maltrattato da questa società che invece affianca a nomi di città, BENE quando SI DOVREBBE DIRE AD ALTA VOCE MALE, malissimo.
Come insegnare ad una figlia, come successo: “vai ad Arcore così entri in tv”.
Che poi la ragazza appena o non maggiorenne, vada a far la parte della prostituta per l’uomo più potente d’Italia e per i suoi “pseudo amici”, pronti ad arricchirsi facendolo felice nelle sue perversioni, poco importa anzi è un Must. E che dire di una delle “grandi” battute di Silvio ad un incontro con i giovani “per il futuro?...sposati mio figlio”!
Cosa COMUNICHIAMO se parliamo DELLA BARI BENE come quella di TARANTINI?
Anni fa si chiamavano salotti buoni (per la presenza di potenti e altolocati), quei salotti spesso romani, per la rabbia dei leghisti, dove tra arte amicizie politica e imprenditoria, si parlava del più del meno o magari di inciuci importanti. Necessario era esserci per una scalata in società. Sgarbi cercò qui la poltrona del suo maestro d’Arte Zeri, lo sostituì e iniziò la sua carriera. Il nemico di Vittorio, l’altra faccia della critica, Roberto D’Agostino nel suo DAGOSPIA trae ancora proprio dai salotti romani, le notizie più scottanti e i commenti più sagaci e sarcastici.
Il Male ed il bene hanno due strade distanti incomunicabili per quanto in ogni persona, forse in ogni parte della vita, si in ognuno di noi si mescolano ma SONO due COSE DIVERSE.
E conoscendole e riconoscendole, non possiamo fare una confusione del genere.
Pensare al soldo facile, corrompendo, utilizzando IL SESSO le donne e le persone come merce di scambio, la droga, un modo di gestire il bene pubblico in questa maniera è MALE. E’ il male della nostra società.
Gridiamo la nostra indignazione ed insegniamo ogni giorno IL VALORE del BENE, partendo dalle cose semplici e dalla cosa più difficile in questi tempi, denominati di CRISI.
Che il lavoro è sacrificio, passione, determinazione, onestà e condivisione.

Raimondo Cucciolla

vignetta di Pierfrancesco Uva
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it