torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

STIPENDI-POLITICI solo il 5% in meno è UNA VERGOGNA!

PARIFICARSI ai livelli europei significherebbe meno 40-50%!!
I politici ed i partiti ITALIANI si decurtano solo del 5%, mentre i cittadini da decenni si devono attenere a parametri europei.


Calderoli è il personaggio colpevole di aver preparato e fatto approvare la “LEGGE porcata” (elettorale), oltre che di aver fatto “uscite” di dubbio gusto come molti colleghi leghisti. Nel pieno della discussione sulla Finanziaria, i cui tagli hanno squarciato in due tutte le compagini sociali, ha avuto il coraggio di parlare di decurtazione del 5% degli stipendi parlamentari per dare il buon esempio!! E il Parlamento ha anche approvato !
Solo 1000 € in meno dei soldi che i parlamentari portano a casa a vario titolo, con nomignoli da mal di stomaco (indennità, rimborsi, rapporti con gli elettori!).
INDENNITA` LORDA 11.703,64 € (x 12 mensilità) ma ecco quella netta mensile:
5.486,58 € + DIARIA 4.003,11 + spese per rapporto con gli elettori 4190 € (per i Senatori 4690 €) . Totale 13679,69/14179,69 €

Bisogna aggiungere i “Bonus”:
1107 €/1333 circa al mese (3323,70 € a trimestre) per i trasferimenti residenza-aeroporto e Fiumicino-Montecitorio (diventa 3995 € a trimestre per chi dista più di 100 km dall`aeroporto più vicino), 3100 € per rimborso annuale viaggi all`estero (per attività parlamentari) +
3098 € rimborso spese telefoniche.
Più esenzioni per: autostrade, treni, traghetti, aerei oltre in regalo anche un computer portatile. A conti fatti netti sono quindi oltre 15,5 mila € al mese esclusi i bonus!
Come se non bastasse, assegno di fine mandato circa l’80 % dell’indennità mensile per ogni anno di mandato (o frazione non inferiore di 6 mesi) + vitalizio valutato tra il 25 e l’80% dell’indennità!

Le riduzioni degli stipendi dei dirigenti statali sono state del 10% per i redditi superiori ai 90mila €.
Quindi, come successo il giorno della conferenza stampa congiunta Tremonti Brunetta, i dirigenti dei loro Ministeri li hanno aspettati all’uscita (frase da stadio) e hanno iniziato a beffarli con applausi ironici.
I capi si tagliano il 5%, ai loro tagliano dipendenti/dirigenti il 10% !!
Chiunque ha un’azienda negli ultimi 20 anni ha dovuto fare modifiche e seguire normative EUROPEE.
Soldi da spendere, ammodernamenti, cavilli e nuove leggi. La politica Italiana no. Secondo la tabella prendono 40mila € in più dei secondi in classifica, 60 mila in più dei tedeschi al quarto posto.
1 Italia 144.084,36
2 Austria 106.583,40
3 Olanda 86.125,56
4 Germania 84.108,00
5 Irlanda 82.065,96
6 Gran Bretagna 81.600,00
7 Belgio 72.017,52
8 Danimarca 69.264,00
9 Grecia 68.575,00
10 Lussemburgo 66.432,60
11 Francia 62.779,44
12 Finlandia 59.640,00
13 Svezia 57.000,00
14 Slovenia 50.400,00
15 Cipro 48.960,00
16 Portogallo 41.387,64
17 Spagna 35.051,90
18 Slovacchia 25.920,00
19 Rep. Ceca 24.180,00
20 Estonia 23.064,00
21 Malta 15.768,00
22 Lituania 14.196,00
23 Lettonia 12.900,00
24 Ungheria 9.132,00
25 Polonia 7.369,70


Quindi ci vorrebbe almeno un 40% in meno che andrebbe poi ritoccato sugli stipendi di oltre 2000 persone che sono i deputati (945), i consiglieri regionali e appunto i parlamentari europei che per legge hanno stipendi quasi parificati. Dico quasi perché per l’autonomia federalista un consiglio regionale ha il potere di ritoccarsi come vuole lo stipendio.
7000 € al mese di stipendio dopo tutto per quello che valgono e fanno (lavorano tre giorni alla settimana!) è un signor stipendio e lo Stato risparmierebbe, solo dagli stipendi 120 milioni di € l’anno.
Per continuare un TAGLIO DEI COSTI DELLA POLITICA dovremmo TROVARE I COSTI DELLE AUTO BLU, i costi di Camera e Senato, i costi degli appartamenti che molti di loro ricevono anche per vecchi ruoli ricoperti.
L`affitto di 4 palazzi alla Camera dei Deputati costerà, per i prossimi 18 anni, 444 milioni di Euro.
Lo Stato dall’invenzione tremontiana della Patrimonio S.p.a. in poi (che vide l’amico del Governo nonché sottosegretario Sgarbi acerrimo critico tanto da dimettersi) vende beni pubblici e continua a fittare a volte agli stessi “compari “a cui palazzi e proprietà vengono vendute ovviamente a prezzi esorbitanti all’opposto di quando qualche politico si ritrova in fitto o a stipulare contratti con enti pagando pochi €
Finiremo come la Grecia a venderci le Isole. La Sicilia alla Mafia, la Corsica a Carla Bruni con i soldi di Sarkozy, le Tremiti ai Croati!

Uno Stato ed una politica PULITA (quindi impossibile a chiedersi) dovrebbe immediatamente tagliare la possibilità di nominare consulenti esterni che ogni anno costano 1 miliardo!!
Cosa stanno a fare i dirigenti?
E perché viene nominato un politico al ministero x o all’assessorato y, se non capisce niente di quella materia? Perché non far entrare di diritto nelle commissioni, chi di mestiere difende il lavoro “tecnicamente” dei singoli comparti della nostra società, siano essi sindacati, albi e ordini oppure associazioni di categoria? Si difenderebbero i settori di competenza, ascoltando idee e progetti utili per poter meglio spendere i soldi. Senza darli ad amici che poi devono decidere (come vediamo quotidianamente) come truffare lo stato pilotando gli appalti.

Le colpe DELLA POLITICA italiana, nel deficit quasi duplicato negli ultimi 25 anni grazie alla condotta TANGENTISTA e AFFARISTA della politica, fanno i partiti italiani un esempio di ANTIDEMOCRAZIA e di truffa ai danni dei cittadini. Il Finanziamento PUBBLICO DEI PARTITI annullato da UN REFERENDUM è diventato, contro quindi il volere del POPOLO (NON +) SOVRANO, RIMBORSO ELETTORALE per 1 milione di €.
Poi ci sono I GIORNALI DI PARTITO finanziati, poi c’è il potere di nomina di tutti gli enti statali, la SANITA’ (che produce il più grosso buco economico d’Italia come i più grossi scandali dagli anni ’80), le BANCHE (che detengono le ricchezze italiane di pochi “fortunati” e che strozzano i piccoli imprenditori ed hanno truffato gli investitori con BOND argentini e derivati BANCARI.
Non sono stati tagliati enti inutili come le Comunità Montane e le province, che invece aumentano! La politica COMANDA, NOMINA, GESTISCE CONTROLLA tutti gli appalti di Stato in compagnia di DIRIGENTI di Stato (BUROCRATI) deviano in base alle aziende amiche APPALTI MILIONARI.

ITALIA contro EUROPA? Ecco le differenze:
I dipendenti del Quirinale sono 2.158 unità contro i circa 1.000 dell`Eliseo e Buckingham Palace comprese le varie residenze dei Windsor.
La Regina d`Inghilterra ha un bilancio della famiglia reale trasparente e comunicato ai cittadini. I dipendenti a tempo indeterminato sono circa 310, la Regina ha avuto regali ufficiali per 152.000 € e nelle cantine reali ci sono vini e liquori «in ordine di annata», per un valore stimato in 608.000 €. Buckingham Palace costa un quarto del Quirinale.
La busta paga del capo dello Stato è invariata dagli anni `50, ma la "corte del Presidente della Repubblica" è cresciuta per quello che è IL PEGGIOR VIVERE ITALIANO. La politica ha dato posti fissi ai propri amici! Per volere di Ciampi nel 2001 si venne a contare il personale in servizio: 931 dipendenti diretti, più 928 altrui totale di 1.859 addetti.
In Francia il presidente ha un budget annuo per l`Eliseo di 32 milioni di € con circa 1000 collaboratori (compresi i 388 militari).
Il Presidente italiano al Quirinale “spande” 217 milioni con quasi il doppio di personale che riceve una busta paga annua di circa 74.000 € ciascuno.
Il doppio di uno statale medio, il doppio di un dipendente della Regina. La «macchina» del Quirinale costava nel 1997 117 milioni di €. Nel 2007 224 milioni più altri 11 per interessi attivi sui depositi e le ritenute previdenziali.
La Merkel con la sua Presidenza tedesca costa 18,5 milioni €, un ottavo rispetto alla nostra.
Solo 50 addetti alle tre direzioni organizzative, 100 ai servizi logistici e di supporto e 10 agli uffici degli ex presidenti in totale: 160.
I deputati del Bundestag percepiscono uno stipendio di 7.009 euro al mese (meno della metà dei nostri), mentre da anni tutti i cancellieri che si sono succeduti hanno portato avanti una drastica riduzione del personale dello Stato.
Siamo i primi in Europa per i costi della politica grazie alle auto blu e oltre ai succitati stipendi (alla faccia del significato Indennità!) e per i vitalizi (immaginate quanti parlamentari si sono avvicendati!

Raimondo Cucciolla
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it