torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

IL POPOLO ELETTORALE

Via dalla città inquinata, via dai manifesti elettorali. E` un incubo, vedo le stesse facce dello scorso anno, gli stessi che erano candidati al Comune, gli stessi che erano già consiglieri regionali, professionisti della politica che cambiano 4 partiti in 4 elezioni.
Scappo e cerco la campagna dove l`aria è più salubre. Vedo la gallina beccare le molliche del pane avanzato e penso a tutti coloro che, in questa e in tutte le campagne elettorali, raccolgono l`elemosina dei politici per poi disinteressarsi, o peggio ,seguirli come caproni. E le donne, starnazzanti, diventano pedine di un gioco più grande.
Il popolo è distante un abisso da capire quello che succede. Una cena, una promessa elettorale, una banconota, solo per avere un voto. D`altra parte si possono anche spendere 100mila € per una campagna elettorale di un candidato (equivalgono a poco più di 5 mensilità) e un candidato presidente può anche spendere 500mila € che arrivano dai vertici di partiti che prendono circa 2 € a voto. I milioni di € di rimborso elettorale vengono spesi così ( nemmeno tutti ovviamente)per i soliti noti, per le oligarchie dei partiti e i bellimbusti che, con i pacchetti di voti in cassaforte, girano partiti ed elezioni come negozi.
Qui in campagna mi sembra tutto più lento, la natura rispetta se stessa, lontano da giochi di potere. Qui non posso pagare l`albero perché mi venda i suoi frutti prima. Devo attendere, devo dare tempo al tempo.
In città il tempo non perdona, le stagioni passano veloci e la storia non cambia.
La politica tratta con gli imprenditori corrotti e corruttori, la vecchia tangente diventa stipendio, parcella, quota sociale e gli interessi sono pagati sessualmente, 500 € in casa 1000 € in trasferta. Le donne, come gli arbitri, si mettono in mezzo quando ci sono falli importanti, si concedono come rigori per plateali falli di mani. Gli applausi al reietto di turno.
E tutto perché la politica è diventata onnipotente. Lei tutto può ,tutto decide, tutto nomina. E questo è il troppo. Niente si sposta, nessuno diventa qualcuno con stipendi faraonici, se non c`è il benestare del politico che siede su quella poltrona. Così tutto è controllato, tutto si fa per interessi di una cerchia di persone che non sono, ovviamente, i cittadini.
Preferisco il sole e il mare, la campagna e gli animali, quelli veri che se ti fanno una bella cagata almeno serve a concimare il terreno. Le cagate dei potenti ormai sono troppo all`ordine del giorno.
Io mi riservo di deliberare. Voglio cagare su questa società e me ne sto in campagna dove faccio quello che sono. Un contadino che lavora tutti i giorni per campare mentre il mondo va al contrario. Io non ci sto, ma sono rimasto qui solo in campagna a guardare la natura quant`è bella.
Guy La Sgrosce

La PAR CONDICIO non serve piu’? C’è bar condicio per una…
CAMPAGNA ELETTORALE

Questo numero di Bar Condicio esce in forma ridotta per la scarsa partecipazione dei candidati. Per mantenere la nostra linea editoriale abbiamo cercato almeno 1 candidato per ogni partito.
Solo due hanno accettato la nostra proposta pubblicitaria.
Evidentemente l’essere indipendenti è una scelta non gradita alla politica. Noi a questa campagna preferiamo quella vera, noi siamo contadini e ci piace coltivare il nostro orto. Indipendentemente da quello che dicono e fanno gli altri.
Non inseguiremo mai un politico, ma sempre la vostra attenzione, di lettori da Bar... Condicio... per capire insieme cosa fare per migliore il mondo che ci circonda.

Didascalia Gallina:
Gallina becca. Come l’italiano che si ciba di politica spesso solo in campagna elettorale per mangiare qualcosa. Cena pagata.
Didascalia pulcini:
Necessario, per un futuro migliore capire come la vedono le giovani leve!
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it