torna alla homepage

LAVORO / MILLIARDAIRE

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

KE PERSONAGGIO

CRITICHI'

RECENSIONI

SPORTIVO&DISINVOLTO

CARTOLINE DAL MONDO

LINK


BARANIA
 
- cittadini
 
- istituzioni
 

 


Okkio che notizia

Scorie azotate…e il piano per il Traffico

Non sono "azotate" ma sono i rifiuti radioattivi affondati con navi cisterne in Calabria. A darne risalto i cittadini di Bernalda attivi per il loro traffico... e per quelli illeciti.

Un esempio di come i cittadini attivi, incazzati ed organizzati possono fare tanto, ottenendo molte cose utili per la cittadinanza.
Bernalda (Lucania).
Il gruppo incazzato, organizzato con striscioni e con autorizzazioni anche ad occupare alla fine della manifestazione il consiglio comunale è quello dei CITTADINI ATTIVI di Bernalda.
Commercianti, agricoltori, un professore ex prete, i loro figli e cittadini trascinati dalla loro grande voglia di fare, di protestare per ottenere giustizia per tutti, hanno sfilato, tra le facce perplesse e un po’ sorprese dei cittadini che “non si interessano” sul corso principale di Bernalda.
Alcuni cittadini gli ripetono “ma perché non vi candidate?” e loro rispondono "perché vi dovete tutti anche voi preoccupare della vostra città, non dovete delegare né noi né altri.". Come direbbe il tipo del Drive In "troppo giusto"!
Il piano traffico aveva, quattro anni fa con la decaduta giunta, stravolto sia il corso principale immettendo una pericolosa (così come era stata fatta) pista ciclabile, sia le strade perpendicolari che erano state chiuse con delle sbarre costringendo i cittadini a giri tortuosi nelle strade parallele (strette).
Il Put (non è una parolaccia mozzata ma Piano Urbano del Traffico),
Il piano traffico viene contestato con l’occupazione di un consiglio comunale di per se vacante, visto che a Bernalda c’è il Commissario Prefettizio che regge un consiglio comunale che non è stato eletto per brogli nelle presentazioni delle due liste che dovevano
Quindi ora spetta al commissario prefettizio accogliere le istanze dei cittadini. La vecchia giusta avrebbe, tra le altre, inserito la località di Metaponto (frazione di Bernalda) nel progetto del Put per poter accedere a fondi europei. Questa, sotto traccia, un`altra accusa dei Cittadini attivi.
L’accusa:
- Incidenti tra automobilisti, motociclisti ciclisti e pedoni aumentati sul corso;
- Segnaletica assurda e senza senso, giri a vuoto, più consumo e inquinamento e il rischio che le assicurazioni non paghino i sinistri.
- Biciclette che sfrecciano dove i bambini passeggiano nell’isola pedonale (il codice della strada ormai è applicato anche ai ciclisti)

Nell’occasione i Cittadini attivi, sensibilizzano anche su uno scandalo che ha colpito la vicina Calabria: quello delle scorie che la mafia calabrese (n’dragheta) avrebbe, con una corruzione anche di politici conniventi, “affondato” con delle navi cisterne in pieno mare.
Da 3 a 30 miliardi di vecchie lire questo l’affare che puzza, anzi che inquina non solo il mare ma le menti di gente per bene, che a sentire gli scandali italiani di questa portata, che rimangono sempre più shoccati.
Il pentito “gola profonda” del caso, avrebbe parlato anche di altri carichi di scorie abbandonati nelle campagne vicine a Bernalda. Costui detto “don Ciccillino”, Francesco Fonti da Bovalino, parla dunque di traffico di rifiuti radioattivi anche nella campagne di Rotondella fin dal 2003-2004, nonché di aver incontrato esponenti della Dc e del Psi per questi traffici effettuati tra il 1987 e il 1995 e di queste ormai note navi affondate nei mari calabresi, colme di rifiuti di industrie chimiche e farmaceutiche italiane.

di Raimondo Cucciolla grazie ai comunicati stampa di Antonio Forcillo dei Cittadini Attivi di Bernalda
 




SCHERZI

PUBBLICITA' REGRESSO

KE PERSONAGGIO

NEWS dagli INVIATI

OROSCOPAZZO

LOVE ABBOTT

 

 



Proarts


 
info@testieumori.it